Twitter sta testando il “non mi piace”


Per ora la funzione è solo a uso interno e il numero di voti negativi sarà visibile solo agli autori dei tweet. Secondo quanto annunciato nelle scorse ore dalla stessa azienda la piattaforma sta testando un un nuovo tipo di reazione che non vuole si chiami “non mi piace”, ma che ci assomiglia molto.
 
L’obiettivo di Twitter è essere in grado di raccogliere dati sufficienti, in modo che la piattaforma possa lavorare sui modi per far emergere risposte più pertinenti. Nei thread lunghi, ad esempio, le risposte migliori non vengono sempre visualizzate immediatamente e potrebbero essere sepolte sotto tonnellate di tweet meno rilevanti o utili. Alcuni utenti del social da iOS possono già vedere un nuovo pulsante che assomiglia a quello di voto negativo di Reddit nelle risposte ai tweet.

Per il momento i voti non cambieranno l’ordine delle risposte, come invece succede su Reddit che premia quelle più apprezzate e nasconde in fondo quelle che ricevono molti voti negativi. Il che conferma che questo esperimento è destinata solo a metriche interne.