Amazon, istituita l’unità speciale anti-contraffazione


Il colosso dell’e-commerce continua la lotta contro la vendita dei prodotti contraffatti. Alle varie soluzioni adottate negli anni ora si aggiunge la Counterfeit Crimes Unit, un’unità contro i crimini di contraffazione che avrà il compito di scovare ed assicurare alla giustizia i venditori dei prodotti falsi. Il team, globale e multidisciplinare, è composto da ex procuratori federali, investigatori di consolidata esperienza e data analyst che uniranno le forze per ridurre la vendita di merci che violano la legge e le politiche della compagnia a zero.

L’obiettivo principale di Amazon è quello di impedire che un prodotto falso compaia tra le offerte della piattaforma. La creazione della nuova unità è solo un altro dei numerosi provvedimenti adottati dall’azienda, che investe ogni anno per potenziare i programmi anti-frode. Il programma Brand registry monitora i marchi iscritti alla piattaforma, il sistema Transparency traccia oltre 25mila articoli venduti all’interno del marketplace, mentre Project Zero, avviato l’anno scorso, mette insieme tecnologie avanzate per aiutare i marchi a individuare prodotti contraffatti messi in vendita da terze parti.

Come dichiarato dall’azienda “La Counterfeit Crimes Unit di Amazon indagherà sui casi in cui un venditore malintenzionato ha tentato di eludere i sistemi di Amazon e ha creato un elenco di prodotti contraffatti che violano le politiche di Amazon. Questa divisione estrarrà i dati di Amazon, raccoglierà informazioni da fonti esterne, come da fornitori di servizi di pagamento, e dall’intelligence open source, e sfrutterà le proprie risorse sul campo per arrivare all’obiettivo dell’indagine.” L’unità Counterfeit Crimes permetterà ad Amazon di perseguire in modo più efficace il contenzioso civile contro i venditori malintenzionati, di lavorare con i brand durante le investigazioni congiunte o indipendenti e di supportare i funzionari delle forze dell’ordine in tutto il mondo contro le azioni criminali dei contraffattori.

Ogni contraffattore è avvisato che sarà ritenuto responsabile nella massima misura consentita dalla legge, indipendentemente da dove tenti di vendere i propri prodotti contraffatti o da dove si trovi”, ha spiegato Dharmesh Mehta, VP Customer Trust and Partner Support di Amazon. “Stiamo lavorando assiduamente per interrompere e smantellare queste reti criminali e ci congratuliamo con le autorità che fanno già parte di questa lotta. Sollecitiamo i governi a fornire a queste autorità gli strumenti investigativi, i finanziamenti e le risorse di cui hanno bisogno per consegnare alla giustizia i criminali della contraffazione perché la tutela penale – attraverso l’esercizio dell’azione penale e delle altre azioni restrittive, come il sequestro dei beni – è uno dei modi più efficaci per fermarli”.

Il nuovo team avrà più squadre che lavoreranno su diverse aree geografiche per rendere più efficace e capillare l’operatività: una per gli Stati Uniti, una per l’Asia e una per l’Europa.

Fonti: Amazon Press; Wired.it