Torna la Maker Faire e chiama a raccolta tutti gli innovatori


175704193-aa1098c1-cde1-494e-9ca3-472b989e2931Si svolgerà di nuovo alla Fiera di Roma, dall’1 al 3 dicembre, dopo il successo delle scorso anno con 110 mila visitatori. Dall’industria 4.0 all’artigianato digitale, fino alla ricerca e alle scuole. Aperto il sito online per chi vuole partecipare come espositore.

Torna, la Maker Faire e torna alla Fiera di Roma, dall’1 al 3 dicembre. Quinta edizione, organizzata come sempre da Innova Camera, dopo il successo dell’anno scorso con ben 110mila presenze in tre giorni con centinaia di espositori provenienti da più di 40 Paesi.

E’ l’appuntamento principe per toccare con mano la rivoluzione digitale che sta cambiando il nostro modo di produrre e il nostro modo di vivere. È il luogo della ribalta per le aziende e gli innovatori che utilizzano la nuova cultura digitale come mezzo per affrontare i mercati.

La manifestazione è cresciuta molto, basti pensare ai 36mila visitatori della prima edizione, nel 2013, al Palazzo dei Congressi dell’Eur. O ai 649 progetti dei “maker” del 2016 che erano “appena” 250 il primo anno, o ancora alle 1.200 domande di partecipazione da 60 diversi Paesi contro le 400 del 2013. Ma soprattutto ai 25mila studenti che erano alla Fiera di Roma lo scorso anno quando nel 2013 erano stati sei mila.

I temi dell’edizione 2017 saranno l’Industria 4.0, all’Internet delle cose, la manifattura digitale e l’artigianato 4.0, passando per il Cibo del Futuro, le nuove tecnologie legate all’agricoltura, mobilità smart, riciclo e riuso, edilizia sostenibile, robotica, realtà virtuale e aumentata, salute e benessere, scienza e biotecnologie.

Dal 15 giugno si è aperta la chiamata per i maker che vogliono partecipare, gli appassionati di tecnologia, educatori, pensatori, inventori, ingegneri, autori, artisti, chef, artigiani, designer, agricoltori, ricercatori, startupper. Insomma tutti coloro che creano con la forza delle proprie idee. Hanno tempo fino al 15 settembre per inviare la loro domanda.

Ci sono invece due settimane in più per la “Call for Universities and Research Institutes 2017” dedicato ai progetti delle università statali e gli istituti di ricerca pubblici. Una giuria qualificata selezionerà i progetti più innovativi che verranno ospitati nel corso di Maker Faire Rome 2017.

Ma c’è anche spazio per le scuole, la Call for Schools in collaborazione con il Miur e che si rivolge agli Istituti scolastici di secondo grado nazionali e appartenenti ai Paesi dell’Unione Europea. Anche qui una giuria selezionerà i progetti più innovativi che verranno ospitati nel corso di Maker Faire all’interno di un’area dedicata interamente alle scuole.

Nel 2016 furono oltre 300 i progetti presentati da 274 scuole (di cui 68 non italiane) per un totale di 57 stand. In questo caso le domande si possono inviare fino al 20 ottobre. Le candidature si possono essere presentate, esclusivamente on line, sul sito www.makerfairerome.eu dove ci sono tutti i regolamenti.