Pilot: l’auricolare per le lingue


torre_babele_3Non vi dovrete ancora rifugiare negli imbarazzanti “What?”, “Can you repeat please?” quando – e càpita spesso – non riuscite a comprendere cosa vi sta dicendo il vostro interlocutore straniero. E il “merito” sarà tutto di questo auricolare intelligente. Si chiama Pilot ed è stato ideato dall’azienda Waverly Labs.

L’auricolare traduce in tempo reale da una lingua a un’altra: in sostanza “sostituisce” il lavoro del traduttore simultaneo. Dopo averlo indossato (l’ergonomia è il punto forte di questo prodotto), basterà collegarlo a un’applicazione in stile Google Traslate che riporta in tempo reale nella lingua scelta quello che vi sta dicendo il vostro amico. Per adesso, le lingue disponibili sono 4: francese, spagnolo, inglese e italiano. Ma, assicura l’azienda, il dispositivo sarà predisposto anche per l’arabo, l’hindi e il cinese.

Certo è che nel mondo del software l’attesa sembra crescere. Non esiste al momento infatti una tecnologia simile, e qualche perplessità è d’obbligo. Vedremo se i Waverly Labs riusciranno nell’impresa di creare quello che Ochoa ha chiamato “un nuovo paradigma” nella traduzione e nella tecnologia indossabile.

Il dispositivo “wearable” è stato il frutto di due anni di lavoro. E ora è possibile preordinarlo sul sito ufficiale dell’azienda. Il prezzo? Si aggirerà attorno ai 400 dollari ma per vederlo sul mercato bisogna aspettare il 2017.

Potete farvi un’idea autonoma su quello che Waverly Labs ha intenzione di fare dal loro video Pilot di presentazione.