Password: nel 2017 “Star Wars” tra le preferite, prima new entry “letmein”


wifi-password-57f560ef5f9b586c359127f9Nel 2017 tra le password più gettonate figura Star Wars. Con l’arrivo nelle sale cinematografiche dell’ottavo film della saga di Guerre stellari, “Gli ultimi Jedi”, il titolo è diventato molto popolare nella scelta degli internauti, che hanno così semplificato la vita a ladri di identità e cybercriminali.

Nell’elenco realizzato dalla società SplashData, che ha preso in esame oltre cinque milioni di password svelate quest’anno in Usa ed Europa occidentale, “starwars” è in sedicesima posizione. Ai primi due posti ci sono le due parole chiave che per i pirati informatici sono una vera manna: 123456 e password. Quando c’è da scegliere una combinazione segreta per proteggere e-mail, conto bancario, foto private e documenti seri, gli internauti non brillano certo per fantasia. I numeri, ad esempio, vanno molto di moda. Scorrendo la classifica si trovano “12345678” al terzo posto, “12345” al quinto, “123456789” al sesto e così via.

C’è poi chi pensa di essere furbo e usa le parole più comuni, ma ritoccate con semplici stratagemmi come lo zero al posto della O in password, trovata che si piazza al diciannovesimo posto tra le combinazioni più usate. Le password a rischio – “Gli hacker conoscono i vostri trucchi – avverte il Ceo di SplashData, Morgan Slain -. La semplice modifica di una password facile da indovinare non la rende sicura”. Tra le “new entry”, comprese tra le cento più abusate e quindi più rischiose troviamo al primo posto “letmein” (fammi entrare), in settima posizione nella classifica generale, seguita da “iloveyou” (ti amo) in decima.

Nella classifica delle password che peggio proteggono i nostri account, il primo sport che si trova è il football, che conquista il nono posto. La prima squadra sono i Lakers e il primo e unico giocatore è l’ex cestista Michael Jordan, ricordato nella parola chiave “jordan23” (23 era il numero di maglia).

Harley e Robert – Tra i mezzi di trasporto quello più utilizzato è la Harley, e su quattro ruote la Ferrari, che batte la Mercedes. Il primo cibo, invece, è il formaggio. Molto presenti nella classifica, dove non mancano parolacce e parti anatomiche, anche i nomi di battesimo, tra cui il più digitato è Robert. Tutte scelte che non sono per niente sicure. “Gli hacker – spiega Slain – usano termini comuni come quelli dello sport per entrare negli account: sanno che la gente vi fa spesso ricorso perchè sono parole facili da ricordare”.