Germania, sì a “Legge Facebook” contro lʼhate speech: multe fino a 50mln


Si chiama Netzwerkdurchsetzungsgesetz. O, com’è stata ribattezzata, “Legge Facebook”. Un unicum al mondo. È il nuovo codice entrato in vigore in Germania contro l’hate speech. In poche parole, i social network con più di 2 milioni di iscritti che non cancelleranno offese e contenuti diffamatori saranno costretti a pagare una multa. Una multa molto salata, che potrà raggiungere i 50 milioni di euro. La legge prevede che il contenuto “manifestamente criminale” debba essere cancellato o bloccato entro 24 ore dalla ricezione della denuncia.

Nonostante la legge sia già in vigore, i big – come Facebook e Twitter – hanno tre mesi di tempo per abituarsi, ma dal 1° gennaio 2018 pagine offensive e contenuti con insulti, minacce, calunnie, bullismo e fake news dovranno categoricamente essere rimossi. A controllare che le norme vengano rispettate saranno 50 dipendenti del ministero della Giustizia, come riporta Der Spiegel. Al personale – a contatto con materiale delicato – sarà offerto un supporto psicologico.

Mentre i contenuti palesemente criminali dovranno essere cancellati entro 24 ore, per i casi meno chiari i social avranno una settimana di tempo.